Buonasera, vorrei alcune delucidazioni in merito alla sifilide.Ho da poco scoperto di avere la malattia in modo fortuito (volevo diventare donatrice di sangue), non ho però mai riscontrato alcun sintomo. Il mio dottore mi ha spiegato che è possibile non accorgersi del primo stadio poichè il sifiloma può essere interno e non essendo nè doloroso nè pruriginoso può passare inosservato, mentre sono sicura al 100% di non aver mai avuto rush cutanei o strane macchie sulla pelle da quando sono attiva sessualmente. Sono in attesa di risultati più specifici e di fare una visita dermatologica, nel frattempo però vorrei capire se esiste un test che mi permetta di capire quando ho contratto la malattia. Il mio attuale compagno ed io stiamo insieme da tre anni e lui fortunatamente è risultato negativo al test TPHA; in precedenza (molti anni fa) mi è capitato di avere rapporti non protetti; è possibile che io abbia contratto la malattia senza accorgermi del primo stadio e che successivamente si sia "bloccata" magari perchè ho assunto antibiotici per altri motivi? oppure è possibile che il secondo stadio non mi abbia procurato sintomi rilevanti e non me ne sia accorta? quali sono i sintomi più evidenti a parte i segni sulla cute? Qualche test specifico mi permetterà di capire quando ho contratto la malattia e quale stadio è? com'è possibile che il mio compagno sia negativo (da molto tempo non utilizziamo protezioni)? Il mio dottore mi ha detto anche che una volta che avremo stabilito quale terapia seguire, dovrà seguirla anche il mio compagno; questo anche se lui è risultato negativo al test? tra qualche giorno effettuerò la visita dermatologica ma nel frattempo sono piuttosto agitata per questi risultati che mai mi sarei aspettata, per questo spero di avere anche una risposta da parte vostragrazie e cordiali saluti