Gentilissimi,vorrei esporvi il mio prblema nella SPERANZA di avere una risposta che mi permeta di capire che cosa dovrei fare.Otto mesi fa ho avuto un attacco di tia(non riuscivo a parlare in modo corretto si sentiva il rumore ma nemmeno una parola comprensibile,un'attimo prima il braccio destro si era come addormentato e per un'attimo ho visto... Leggi di più come dei flash con l'occhio destro.Non poter parlare e durato una decina di minuti.Dopo mezz'ora è venuto il medico di guardia mi ha misurato la pressione era 120/70 mi ha detto di prendere un aspirina e se si fosse ripetuto mi avrebbe fatto fare una rm.Comunque sul consiglio del neurologo ho fatto rm,angio-rm.ecocardio,eeg.Dalla rm risulta : piccolo angioma venoso cerebellare.Dalla angio-rm : lieve ipoplasia del tratto p1.Dal eeg : modeste anomalie bioelettriche di tipo lento diffuse.Dall ecocardio:lieve rigurgito della tricuspide,mitrale.Prendo cardioaspirina 100 sul consiglio del neurologo.Puo essere che sia stato qualcosa di diverso di tia ? se no quanto tempo ci vuole perche io possa considerarmi fuori pericolo ? che cosa mi puo succedere ancora ? Spero in una vostra risposta.Mille grazie in anticipo.