a VOLTE MI ACCADE CHE UNA PICCOLA PARTE DI CIBO PRENDA LA VIA SBAGLIATA E CERCHI DI ENTRARE INVECE CHE NELL'ESOFAGO NELLA TRACHEA. PRIMA AVEVO LA NORMALE TOSSE VIOLENTA. DA UN POCO DI ANNI QUANDO ACCADONO QUESTI INCONVENIENTI MI SI BLOCCA IL RESPIRO ed INIZIO A RANTOLARE. POI PIANO PIANO, UN FILO D'ARIA PASSA E SOPRAVVIVO (MA CHE SPAVENTO). HO... Leggi di più LETTO CHE "a volte capita che durante particolari sforzi nel tossire l'epiglottide si "incastra" alla base della lingua come un tappo... se si sforza per respirare si strige ulteriormente ma ad un certo punto l'epiglottide che è elastica torna per forza al suo posto con immediato sollievo respiratorio e minor sollievo dovuto allo spavento" STESSO PROBLEMA CAPITAVA A MIO PADRE CHE PURTROPPO E' MANCATO (a 95 anni) MA NON PER QUESTO PROBLEMA. DEVO PREOCCUPARMI OPPURE METTO QUESTO PROBLEMA CON GLI ALTRI (DIVERTICOLITE, ERNIA IATALE, ESOFAGITE DA REFLUSSO SOVRAPPESO/OBESITA' APNEE NOTTURE, FEGATO GRASSO ECC. ECC.) ? C'è UNA TECNICA PER OVVIARE ALLA MANCANZA DI ARIA ? GRAZIE (57 ANNI 105 KG 177 CM CALVO MA FELICE)