Buongiorno vi scrivo dalla Calabria, provincia di Cosenza. Poco prima di Pasqua è stato diagnosticato a mia madre un tumore al colon discendente con interessamento al fegato, effettivamente la diagnosi era corretta. Dopo accertamenti, colonscopia e tac abbiamo realizzato che era tutto vero. Nel frattempo, per non farla occludere le hanno messo la stoma. Inizialmente il medico disse che il tumore di mia madre non era guaribile ma solo curabile e che tramite le chemioterapie si sarebbe potuto fare qualcosa.Ieri invece ci dice che il fegato di mia madre è troppo intaccato, cioè le metastasi si sono troppo espanse ed il fegato è come se fosse un alverare, non si può neanche operare, quindi ci dice che non c'è niente da fare e che mia madre ha vita breve, inoltre non può fare le chemio, perché secondo loro il suo fisico è troppo debilitato e non le reggerebbe. Secondo l'oncologo di Lamezia Terme che ha preso in cura mia madre, non si può fare più niente. Lui asserisce che ha la bilirubina troppo troppo alta e non reggerebbe la chemio.Sapreste consigliarmi qualcosa? Grazie infinite