Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

23-07-2013

Mia zia ha 84 anni e vive da sola ed a seguito a

Mia zia ha 84 anni e vive da sola ed a seguito a ormai numerose sbadataggini quali ha dimenticato più volte di aver acceso il gas per cucinare dimenticando addirittura che stesse cucinando facendo correre i vicini a causa del gran fumo e dell'odore di gas; dimentica ormai constantemente la sua età ecc...; da un esame TAC senza infusione di MDC ha evidenziato "NOTE DI ATROFIA CORTICALE E DI VASCULOPATIA CEREBRALE CRONICA". Vorrei sapere se la diagnosi descritta è una diagnosi che va a peggiorare la situazione e se ci sono i presupposti per una invalidità civile con accompagnamento per poter affiancare qualcuno per assisterla: Grazie. Benito
Risposta di:
Dr. Gaetano Varrica
Specialista in Neurologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

 CONSULTI IMMEDIATAMENTE IL SUO NEUROLOGO DI FIDUCIA,

I SEGNI DI ATROFIA SI TRADUCONO IN DETERIORAMENTO DELLE CAPACITA' COGNITIVE E AMNESIA,PROCESSO CHE ANDRA' SEMPRE PIU' A PEGGIORARE.NON LASCI LA ZIA DA SOLA.

DEVE CURARLA CON ESTREMA URGENZA , METTERE UNA BADANTE E TRAMITE IL SUO MEDICO DI FAMIGLIA ISTRUIRE UNA PRATICA DI ACCOMPAGNAMENTO.nON FACCIA CAMBIARE RESIDENZA PERCHè QUESTO PUò DETERMINARE ULTERIORE PEGGIORAMENTO, POSSIBILMENTE LA FACCIA STARE NELLA PROPRIA ABITAZIONE CON PERSONA DI CUI LA ZIA SI FIDA IN BUONA COMPAGNIA.

GAETANO VARRICA 3474338497

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!