Combattere la disabilità

Combattere la disabilità

Il 15% della popolazione mondiale vive con qualche forma di disabilità. Ad essere colpiti sono soprattutto adulti in condizioni di povertà.
In questo articolo:

Dal 1992 si celebra, ogni 3 dicembre, la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, con lo scopo di promuovere la comprensione delle tematiche della disabilità e di mobilitare il sostegno per la dignità, i diritti e il benessere delle persone disabili.

Il tema di quest’anno sarà rivolto al raggiungimento di 17 obiettivi per il futuro: un progetto che prende le mosse dalla recente adozione dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) e dal ruolo che questi assumono nella costruzione di un mondo più inclusivo ed equo per le persone con la disabilità.

Ecco i 17 obiettivi:

  1. lotta alla povertà;
  2. lotta alla fame;
  3. promozione della salute e benessere per tutti e tutte le età;
  4. accesso a una istruzione di qualità;
  5. parità di genere attraverso l'emancipazione delle donne e delle ragazze;
  6. disponibilità e gestione sostenibile di acqua e servizi igienico-sanitari;
  7. disponibilità di servizi energetici accessibili, affidabili, sostenibili e moderni per tutti;
  8. promozione dell’occupazione e di una crescita economica inclusiva, sostenuta e sostenibile, per tutti;
  9. promozione dell’innovazione e delle infrastrutture;
  10. riduzione delle disuguaglianze all'interno e tra i Paesi;
  11. promozione di città e comunità sostenibili;
  12. utilizzo responsabile delle risorse;
  13. lotta al cambiamento climatico;
  14. utilizzo sostenibile del mare;
  15. utilizzo sostenibile della terra;
  16. promozione di pace e giustizia;
  17. partnership per lo sviluppo sostenibile.

Gli obiettivi del 2016, quindi, includono la valutazione dello stato attuale della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità (CRPD), ratificata da 166 Paesi, e dell’OSS e pongono le basi per un futuro di maggiore inclusione delle persone con disabilità. Da sottolineare che la Giornata non si occupa esclusivamente della disabilità - sia fisica che psichica - ma anche di altre patologie quali, ad esempio, l’autismo, la Sindrome di Down e la Sclerosi multipla.

La disabilità nel mondo e in Italia

Oggi la popolazione mondiale è di oltre 7 miliardi di persone e più di un miliardo, ovvero il 15%, vive con qualche forma di disabilità, l’80% dei quali si trova nei Paesi in via di sviluppo. Ad essere colpiti sono, infatti, in particolar modo adulti in condizioni di povertà, oltre che donne, anziani e bambini. Le percentuali di disabilità, inoltre, stanno aumentando a causa dell’invecchiamento della popolazione e dell’aumento globale delle malattie croniche.

Le difficoltà dei disabili non riguardano solo la salute, più precaria rispetto alla media: in molti devono fare i conti con la povertà e livelli di istruzione e formazione inferiori alla norma.

Per quanto riguarda l’Italia, i disabili sono oltre 3 milioni, pari a quasi il 5% della popolazione italiana, soprattutto anziani (un milione e 200 mila). Di questi solo un milione e centomila fruiscono di indennità di accompagnamento, mentre oltre 200mila vivono in un istituto o in RSA e, quindi, in condizioni di emarginazione sociale.

 

Leggi anche:
In caso di Ictus il tempo è una variabile fondamentale: imparare a riconoscere i sintomi e chiamare subito i soccorsi può salvare la vita.
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Neurologia e Neurochirurgia
Napoli (NA)
Specialista in Neurochirurgia e Neurologia
Prov. di Roma
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Neurochirurgia e Neurologia
Prov. di Bergamo
Specialista in Neurologia
Prov. di Brescia
Specialista in Neurologia
Milano (MI)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Neurochirurgia
Milano (MI)
Specialista in Neurologia
Specialista in Neurologia e Neurofisiopatologia
Perugia (PG)
Specialista in Neurologia e Fisiatria
Genova (GE)
Specialista in Neurologia e Psicologia e Psicoterapia
Palermo (PA)