Logo Paginemediche
  • Virtual clinic
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Mio papà(anni 68) ha effettuato dopo 8 anni una

Mio papà(anni 68) ha effettuato dopo 8 anni una seconda coronarografia( la prima era stata effettuata a seguito di dolore al guigulo per stress emotivi). Ha evidenziato coronaropatia trivasale, stenosi critica di arteria circonflessa al tratto medio e distale, occlusione al tratto prossimale di coronaria destra prossimale.Funzione ventricolare sinistra normale. Quadro anatomico non risulta favorevole ad un eventuale tentativo di angioplastica pertanto si dimette con il consiglio di proseguire la terapia sottoindicata: Tenormin 100 Norvasc 10 Monoket Ascriptin Torvast 20 Lansox 30 La prima coronarografia è stata effettuata all'Ospedale S.Martino di Genova, la seconda all'Ospedale Villa Scassi di Genova. Vorrei chiedervi se ritenete che debba rassegnarmi alla sola terapia o se pensate possa esserci qualche centro più specializzato che possa prendere in considerazione l'intervento. Ringraziandovi anticipatamente, porgo cordiali saluti.
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Il termone “rassegnarsi” è improprio, in quanto la terapia medica ben condotta può essere una ottima alternativa ad una rivascolarizzazione mal fatta, o incompleta. I centri che hanno seguito suo padre sono di ottimo livello, per cui mi rimetterei ai loro consigli. Inoltre tutto dipende anche dai sintomi che presenta suo padre: il Cardiologo cura sintomi ed ischemia, non restringimenti coronarici. Comunque c’è una discrepanza nel referto che miriferisce: malattia trivasale, ma poi cita solo la coronaria destra e la circonflessa: che fine ha fatto l’arteria principale, cioà la discendente anteriore?
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali