Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
L’ESPERTO RISPONDE

Mio zio ha effettuato un endoscopico condotto fino

Mio zio ha effettuato un endoscopico condotto fino al cieco che ha evidenziato a livello del sigma a circa 7 cm dallo sfintere anale una lesione afinalistica che si estende per circa 5 cm interessando 2/3 del lume su cui si è eseguita biopsia con diagnosi Adenocarcinoma infiltrante (frammenti); descrizione macroscopica: alcuni frustoli. Ha effettuato un intervento di Resezione anteriore di retto a distanza di 10 giorni. L'esame istologico ha rivelato come segue:

Materiale inviato:

A. retto-sigma

B. anelli di resezione

C. mesoretto

Diagnosi

A) segmento intestinale: adenocarcinoma moderatamente scarsamente differenziato (G 2-3 su 4), ulcerato, infiltrante la parete intestinale a tutto spessore sino al Tessuto fibroadiposo circostante; assenza d'Infiltrato infiammatorio peritumorale "tipo Crohn". Linofonodi loco-regionali: istiocitosi dei seni dei 5 linfonodi esaminati.

B) Anelli di resezione: infiltrazione dell'adenocarcinoma in uno dei due anelli.

C) Meso-retto: tessuto fibroadiposo inglobante un linfonodo, indenne da metastasi.

Descrizione macroscopica

A) tratto di retto di cm 12. All'apertura neoformazione ulcerata di cm 6*2,5.

B) Anelli di resezione: 2 lembi di cm 3 e cm 2.

C) Tessuto adiposo di cm 4*2,5.

Adesso è in attesa di trattamento chemioterapico associato a radioterapia. Che speranza c'è che le terapie diano un buon risultato di guarigione?
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Buone speranze. Non voglio darle dei numeri che diventerebbero troppo freddi e di difficile interpretazione, le dico che le possibilità di guarigione sono effettive.
Risposto il: 18 Giugno 2004
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali