Buonasera, desidero porre alcune riguardo questa odiosa infezione, che mi sta creando un forte disagio e stress.Premetto che sono circa due mesi che ci "combatto". Inizialmente l'infezione si era dimostrata con tre pustole sul pube piuttosto grandi e il mio medico di famiglia mi disse di aspettare perché sarebbero andate via da sole, senza alcun... Leggi di più intervento. Mi prescrisse solo il Gentalin. Vedendo che nel giro di poco tempo le pustole aumentavano a dismisura (ne contavo almeno altre 20), sparse tra pube ma soprattutto sul pene, mi sono rivolto ad un dermatologo, il quale mi ha detto che bisognava intervenire subito, perché nel mio caso aspettare avrebbe solo peggiorato la situazione, vista l'aggressività dell'infezione. Ha proceduto pertanto a più sedute di curettage, tutte inutili. Ogni volta, il giorno dopo o la sera stessa, eravamo punto e capo, perché si riformavano sempre. Sto impazzendo, sembra non ci sia una soluzione, anzi, peggiora sempre di più. L'ultimo intervento mi è stato fatto mercoledì scorso, fino al prossimo non può rivedermi il mio dermatologo ed in questo breve lasso di tempo me ne sono ricresciuti esattamente 15, tutti di piccole dimensioni e sul pene. Questo per sintetizzare la mia esperienza. Le mie domande sono queste: 1. È possibile che non esista un farmaco capace di contrastare questo maledetto virus? Mi sono stati prescritti finora solo integratori, senza alcuna efficacia 2. Il mio medico continua a ripetermi che non posso praticare rapporti sessuali, e posso capirlo, anche se la cosa mi causa enormi problemi con la mia ragazza (che non ha contratto, per Ora, il virus) disagio e frustrazione; su internet ed in giro ho letto che questa infezione può durare addirittura due anni... per due anni dovrei completamente astenermi dal sesso? Mi è stato anche detto di evitare la masturbazione, perché potrei auto-inocularmi ancora... Non è una condizione sopportabile, obiettivamente. Volevo chiedere delucidazioni a riguardo... 3. Qualsiasi altro elemento o consiglio possa aiutarmi, sia dal punto di vista psicologico (valanghe di soldi buttati in terapie perfettamente inutili, astensione dal sesso, ansia derivante dal vivere sostanzialmente in una campana di vetro per evitare auto-inovulazioni) che medico, ovviamente. Preciso che sono un uomo di 27 anni, perfettamente in salute, pratico regolarmente sport, non immunodepresso (non che mi risulti, almeno), nessun precedente di rilievo per motivi dermatologici, eccetto dermatite atopica e secchezza generale della pelle.. Grazie per l'attenzione, cordiali saluti.