24-01-2006

Nervosismo

Salve, sono una ragazza di 29 anni, ho scoperto a marzo scorso di essere affetta da Epatite c. Ho cominciato la cura a base di interferone e ribavirina dopo 6 mesi di osservazione delle fluttuazioni delle transaminasi, precisamente a settembre e tuttora sono sotto Terapia con ottime speranze di concludere il ciclo entro 6 mesi, nel prossimo marzo, dato che il genotipo è il 3c. Volevo sapere se è normale tra gli effetti collaterali un forte nervosismo legato ad apatia, o meglio mancanza di energia, non di desiderio nel fare le cose e quali rimedi si possono utilizzare oltre l'uso di Vitamine per recuperare le forze soprattutto al momento del risveglio. Grazie.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Il nervosismo è un effetto collaterale piuttosto frequente della terapia con IFN, così pure l’astenia e l’apatia. Se gli esami di laboratorio che effettua per controllo periodico non mostrano alterazioni di rilievo allora può giovarsi di prodotti vitaminici quali associazioni del gruppo B (Be-Total o Benexol) insieme a vitamine del tipo Carnitene (Carnitina flaconcini da bere). Comunque la sua situazione va valutata dai medici del Centro prescrittore della terapia, essendo questi ultimi i più esperti in merito alla sua specifica condizione clinica.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!