Salve, sono un ragazzo di quasi 23 anni.Dalla nascita ho un nevo sebaceo delle dimensioni di circa 1x4cm.Mesi fa per puro caso notai che vi si era formata una pallina del diametro di 2-3mm dello stesso colore del nevo. Dato che nel tempo il nevo non è mai stato uguale e pensando che potesse essere un'irritazione lasciai correre vedendo se la... Leggi di più pallina variasse. Da qualche settimana ho notato che è divenuta più grande facendo il confronto con una vecchia foto ed il colore è variato, è diventata di un rosso molto scuro e sembra più lucida (almeno da una foto fatta con il flash). Preoccupato sono andato a visita da un dermatologo che senza pensarci due volte mi ha proposto un'asportazione dell'intero nevo con conseguente esame istologico definendo la pallina "lesione nodulare" e notando che in realtà le lesioni presenti sono due, la seconda molto più piccola.Mi è stato detto da entrambi i dermatologi che erano presenti in studio in quel momento che sono dei tumoretti della pelle ed informandomi su internet ho constatato che sono frequenti e nella maggior parte dei casi basta l'asportazione ed il controllo dell'area interessata negli anni successivi e non si hanno complicazioni.Fatto sta che la fretta con cui i medici vogliono organizzarsi sul da farsi (il dermatologo mi ha prenotato una visita al reparto di chirurgia plastica presso il policlinico della mia città) e la sicurezza con cui hanno deciso l'asportazione dell'intero nevo e non delle aree interessate mi sta destando un po' di preoccupazione dato l'aspetto che ha assunto la pallina in pochi mesi.Cosa devo aspettarmi? Qual è la cosa più grave a cui posso andare incontro?So che prima dell'esame istologico la certezza che sia un tumore benigno non si può avere, ma nel caso in cui non lo fosse, cosa succederebbe? C'è la possibilità di metastasi e quindi si tratterebbe di un cancro che potrebbe portare poi alla morte? Preferirei conoscere il quadro completo della situazione in tutte le sue facce, cosa che i medici potrebbero non fare finchè il problema non si conferma essere grave per non allarmare il paziente, ma preferisco conoscere ogni possibilità... ho paura di aver aspettato troppo a farmi controllare e che ora le cose siano divenute più gravi.Ringrazio anticipatamente una possibile risposta e la pazienza nella lettura.