Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

30-10-2018

Orticaria che resiste a cortisone e antistaminico

Salve, sono una ragazza di 19 anni. Da più di un mese soffro di orticaria, diagnosticata da un dermatologo. All'inizio, si è presentata come semplici puntine rossastre sulle dita e nel palmo della mano che dopo pochi giorni scomparivano. In seguito si sono presentate in entrambe le braccia fino alle ascelle, sul petto, sul collo e adesso anche nell'inguine e nelle cosce. Dopo aver preso cortisone da 12 mg per 4 giorni, un balsamo specifico per pelli sensibili e sospeso l'antistaminico le puntine sono scomparse solo sul petto, ma nelle altre parti del corpo sono rimaste, anzi sono peggiorate, soprattutto nell'inguine.

Sospeso il cortisone ho ricominciato con l'antistaminico che non sembra avere nessun effetto, anche prendendolo due volte al giorno. Il prurito è persistente e si amplifica la sera o quando tolgo i vestiti. Nelle braccia sono piccole, circa 2-3 mm, mentre nell'inguine e nelle cosce sono molto più grandi, somigliano a punture di zanzara e sono circa 6-7 mm. Cosa devo fare ? Che esami o che farmaci mi consiglia ? Grazie in antico. Cordiali saluti.

Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria DevillanovaDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta

Posso consigliare poco in base alle linee guida senza visitare il paziente. Posso dirle che l'antistaminico va assunto per mesi, e il cortisone a scalare. Il fatto che coinvolge il palmo delle mani fa pensare a un farmaco. Ricontatti il dermatologo per spiegargli la situazione. Cordiali saluti Sonia Devillanova

TAG: Allergie | Allergologia e immunologia clinica | Arti inferiori | Arti superiori | Collo | Dermatologia e venereologia | Farmacologia | Giovani | Mani e piedi | Pelle | Salute femminile | Torace
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!