29-08-2017

Prolasso dopo intervento di ragadi anali

Preg.mi prof. ho mia moglie (67 anni, 60 Kg, alta 1.60),che soffre da più di un anno di diarrea. Lei è stata operata di ragadi anali la prima volta circa 25 anni fa. Tre anni fa il problema si è ripresentato ed è stata operata di nuovo, nei giorni successivi all'intervento si è verificato il prolasso e da allora non vogliono più intervenire. Inoltre non si riesce a fare una colonscopia in quanto una parte dell'intestino dicono che è piegato e hanno paura di bucare. Gentilmente ci potete suggerire dei centri dove poter risolvere il problema? Grazie di cuore e a tutti una Felice giornata.

Risposta di:
Dr. Nando Gallese
Specialista in Chirurgia generale e Chirurgia toracica
Risposta

Nei casi in cui la Colonscopia tradizionale non risulti tecnicamente possibile possono essere applicate soluzioni alternative per aggirare il problema: la Colonscopia Virtuale TC o lo studio endoscopico con Videocapsula sono le metodiche più indicate. Qui in Sardegna esistono Centri Diagnostici attrezzati e Specialisti preparati, mentre, purtroppo, non so indicarle i presidi adatti nella sua zona di residenza. Per quanto riguarda la situazione chirurgica (complessa) di ano plurioperato, solo una visita diretta è in grado di fornire le informazioni necessarie ad un giudizio attendibile. Cordiali saluti, Dr N. Gallese

TAG: Chirurgia generale | Colonproctologia | Gastroenterologia | Intestino