20-02-2018

Protusione discale

Salve,

sono una donna di 41 anni, ho da ormai 2 anni un mal di schiena , che a volte si infittisce talora al lato dx e talora al lato sx, nella zona lombo sacrale.

Ho fatto 2 esami :RADIOGRAFIA e risonanza magnetica. Dalla radiografia è emerso: modesta spondilartrosi ed artrosi interapofiaria con ipertrofia dellefaccette articolari e formazione di osteofiti marginali somatici. Conservata ampiezza degli spazi intersomatici.

Dalla R.M è emerso: canale vertebrale di dimensioni regolari. Cono midollare in sede senza alterazioni di segnale. Alterazione posturale con tendenza alla rettilinizzazione del tratto. Marcata protusione discale posteriore mediana in L4-L5 che impronta il sacco durale e divarica le tasche radicolari con prevalenza destra. Regolari gli altri spazi intersomatici- Non so davvero che fare il dolore è costante e quotidiano.

Che posso fare per trovare sollievo? Grazie in anticipo per le risposte.

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

Per il dolore occorre prendere anti-infiammatori o antidolorifici.

Leggendo il referto (senza poter vedere le immagini) non paiono esservi indicazioni chirurgiche, quindi la terapia non può che essere farmacologica.

Eventualmente consulterei un Neuroradiologo interventista per valutare una lisi con ozono.

TAG: Adulti | Anziani | Chirurgia | Esami | Malattie neurologiche | Neurochirurgia | Neurologia | Radiodiagnostica | Schiena | Sistema Muscolo-Scheletrico | Terapie