L’ESPERTO RISPONDE

Psa dopo prostatectomia radicale

Salve a tutti, scrivo a nome di mio padre (56 anni). Egli ha scoperto di avere un tumore alla prostata ovvero un adenocarcinoma acinare comune della prostata. Prima dell'intervento ha effettuato una scintigrafia ossea con esito positivo (nessuna metastasi). La diagnosi dell'intervento è stata: grado primario 4, grado secondario 5. Presenti diffusi infiltrazioni neoplastica perineurale, non presenti aspetti di embolizzazione neoplastica endovasale. La neoplasia occupa circa il 20% della ghiandola ed è presente prevalentemente nel lobo destro. La neoplasia infiltra focalmente i tessuti molli periprostatici in corrispondenza del terzo superiore della porzione posteriore destra . Marigini di exeresi esenti da infiltrazione neoplastica. Presenti diffuse modificazione tipo neoplasia prostatica intraepiteliale di grado lieve-moderato. vescichetta seminale destra con infilitrazione di adenocarcinoma nella porzione prossimale e distale. Ad un mese dell'operazione il PSA è di 0,06. Eseguiamo una visita dal Professore che ha operato mio padre, ci dice che l'intervento è andato molto bene la prostata è stata esportata insieme alle vescichette seminali. I linfonodi presi in esame sono riultati tutti puliti e ci consigli per il momento di non fare nessuna terapia e di ripetere il dosaggio per il Psa tra 4 mesi. Ad oggi il PSA di mio padre è di 0,11. Ho contattato il dottore e ci ha detto di continuare a non far nulla per il momento e di anticipare l'esame del PSA a tre mesi. Ora il mio dubbio è se sia giusto non fare nessuna terapia (radioterapia, terapia ormonale) e aspettare . Spero in una vostra gentile risposta. Grazie

Risposta del medico
Specialista in Urologia

In medicina, quando ad un accertamento non vi sono riscontri significativi si dice che l'esito è "negativo", non viceversa. La variazione del PSA di soli 5 centesimi non è ovviamente significativa. Per il momento il valore è ancora da considerare azzerato. Si trattava però di un tumore piuttosto aggressivo, anche se asportato completamente, pertanto è necessario mantenere un livello di attenzione piuttosto elevato.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Congestione: cosa fare
Congestione: cosa fare
4 minuti
Psoriasi guttata: cause e sintomi
Psoriasi guttata: cause e sintomi
2 minuti
Il vaccino Covid può influire sul ciclo mestruale?
Il vaccino Covid può influire sul ciclo mestruale?
3 minuti
Pillola anti-Covid, come funziona?
Pillola anti-Covid, come funziona?
4 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Andrologia e Urologia
Roma (RM)
Specialista in Urologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Roma (RM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Urologia e Allergologia e immunologia clinica
Montevarchi (AR)
Specialista in Urologia
Pellezzano (SA)
Specialista in Urologia e Andrologia
Palermo (PA)
Specialista in Urologia
Peschiera del Garda (VR)
Specialista in Urologia e Andrologia
Roma (RM)
Specialista in Urologia
Brescia (BS)
Specialista in Urologia e Andrologia
Milano (MI)
Specialista in Urologia
Guglionesi (CB)