03-11-2012

psicosi

Buonasera. Ho 35 anni e da anni sono in amenorrea secondaria. Purtroppo vari fattori (vergogna, terrore di nefaste diagnosi) mi hanno fatto rimandare. Qualche anno fa ho tentato con una specie di professionista che ha peggiorato il mio blocco psicologico gia' da sempre minato da ansia e tensioni. Comunque fra 1.mese ho appuntamento con una ginecologa spero andra' meglio...."a nel contempo gia' ho perso sonno e concetrazione lavorativa e altro perche' penso ormai che sono ad un punto medico (oncologico) di non ritorno. Mai comnque avuto problemi perdite strane. Sono vergine. Sportivina. H. 161 peso 51 circa talvolta 1 in piu' talvolta 1 in meno (o 2)! Forza e fame non mancano. Solo un dolore costante tavolta acutino alla schiena (tutta) da 1 mesetto con sempre da stesso tempo ogni tanto un leggero mal di stomaco alla bocca dello stesso. E...un fastidietto zono inguinale sinistra. Indosso abiti di anni fa..per cui la taglia al di la' di gonfioretti dopo mangiato...questi sono gli elementi che ho detto al medico di base che non ha saputo rispondere gettandomi anvor di piu' nel panico! Nessuno ha la bacchetta magica ma e' possbile arrivare a questa mia prima visita (abbiate pieta'...) con un attimo di tranquillita' oppure devo gia' come prevedo fare i conti con quanto mi rimane da vivere..???? Attendo con infinita gratitudine e attesa una gentile (spero) risposta. Cordialmente. Mara
Risposta di:
Prof. Antonio Oliviero
Specialista in Chirurgia generale e Ginecologia e ostetricia
Risposta

Per fortuna sulle donne , MAI si instaura un processo tumorale maligno come fase primaria.

il fisico della donna attraversa una infinità di stadi intermedi , durante i quali con una attenta prevenzione si riesce sempre a prevenire il peggio che oggi lei teme

si affidi ad una buon ginecologo che oltre a farle uno screening completo sia capace di parlarle e rimuovere le sue paure

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile