Può essere definito iperteso un soggetto i cui valori pressori sono quasi sempre nella norma 75/125 -78/130 ma che possono diventare a volte
90-95/125-135 e, raramente, come conseguenza a forti componenti emotive, 100/170? E' inutile
precisare che il "soggetto" in questione è molto emotivo e altri non è che chi scrive.