09-05-2017

Reinfezione da sifilide

Salve, nel 2014 ho contratto la sifilide curata e guarita con 14 gg di Bassado 100. Da allora le Mie IgG si son sempre Attestate intorno a 1,2/1,3 con IGM normali. In ottobre ho avuto una relazione ( ra terminata senza possibilità di dialogo per avere un riscontro). Il Mio partner che m ha contagiato, aveva la Prima vdrl negativa con tpha positiva IgG e igM elevate. È stato trattato con 2,4 milioni di unità di Penicillina, avendo ripetuto la vdrl ed il to ha dopo 10 Giorni è risultato stavolta positivo ad entrambi gli esami, mentre io mi soo sottoposto a 14 giorni di Bassado 100 dopo essermi sottoposto anch'io agli esami, avendo avuto rapporti non protetti.

Di seguito (dalla scoperta dell'Infezione del mio partner al sottopormi alle analisi) i miei risultati:

  • 7 dicembre 2016 IgG=9 igM0,3 (dopo tale data mi sono sottoposto a 14 gg di Bassado 100);
  • 13 febbraio 2017= IgG 8,90 igM0,6;
  • 18 marzo 2017= igG 11,20 IgM 0,5;
  • 11 aprile2017= IgG 14 IGM 0,5.

Specifico che MAI fin ad ora sono risultato vdrl positivo (questo pomeriggio dovrebbe arrivar l'Ultimo esame vdrl dell 11/04/17). Circa 20 Giorni fa mi sono sottoposto al test HIV (negativo). Dal 23 marzo mi sono sottoposto ad un ciclo di Bassado 150 mg 2 volte al giorno (il tutto di mia iniziativa) con intenzione di eseguire stavolta un ciclo di 28 giorni. Se anche questa vdrl risultasse negativa, che interpretazione dare alle IgG in costante risalita dopo una lieve deflessione dopo il Primo ciclo di Bassado? È possibile Che la Doxi abbia mascherato la vdrl? Mi domando se esista la Possibilità che si sia sviluppato un ceppo resistente alla Doxiciclina, il che sarebbe un guaio per me in quanto allergico alle penicillina ed ampicillina. Grazie.

Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria DevillanovaDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta

Non è possibile rispondere in maniera corretta ad una domanda di questo tipo. Lei deve essere seguito costantemente da un dermatologo a cui far vedere tutta la documentazione con i range degli esami del suo laboratorio e consultare eventualmente un infettivologo. Cordiali saluti Dott.ssa Sonia Devillanova

TAG: Biochimica clinica | Dermatologia e venereologia | Esami | Infezioni | Malattie infettive | Organi Sessuali | Patologia clinica | Sessualità | Virus
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!