21-02-2017

Rimanere incinta senza penetrazione

Salve, sono una ragazza di 20 anni e ho interrotto la pillola a dicembre 2016. Il 22 è arrivato il ciclo da sospensione. Il 1 gennaio ho avuto un rapporto con il mio fidanzato che non è venuto ma era comunque protetto. Il 21 ho avuto delle perdite rosa e ho creduto fosse ciclo. Successivamente ho avuto rapporti il 28 gennaio e il 4 febbraio entrambi senza penetrazione o eiaculazione da parte del mio ragazzo. Il 9 mi sono però arrivate delle perdite marroncine che si sono protratte per cinque giorni. Oggi 20 febbraio è un paio di giorni che ho dolori al basso ventre e fastidio allo stomaco come se mi stesse per venire il ciclo.

Ora mi chiedo è normale dopo l'interruzione della pillola? C'è la possibilità che sia rimasta incinta anche senza penetrazione (che so magari con un dito sporco di liquido preseminale)? A cosa possono essere dovuti questi fastidi? Aggiungo che la pillola mi era stata prescritta per via di un ovaio micropolicistico e che soffro di ipotiroidismo da sempre. Mi preoccupa la gravidanza anche se non credo ci siano state situazioni a rischio dato che l'unico rapporto è stato protetto con il preservativo. Sono molto ansiosa e cercando di Internet tutti rimandano ad una gravidanza e mi istillano dubbi che mi creano molti disagi. In ogni caso ho prenotato una visita ginecologica. La ringrazio per la disponibilità. Buon lavoro

Risposta

Gentile ragazza, se tutto si è svolto come da lei descritto, penso che la possibilità di una gravidanza sia da escludere. Ha fatto bene, invece, a prenotare una visita per chiarire le reali cause dei disturbi che la affliggono e che potrebbero essere correlati con un equilibrio ormonale non ottimale. Cordiali saluti Piergiorgio Biondani.

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile | Sessualità