26-05-2008

Rinvio a consuto medico curante

Salve , sono una ragazza di 28 anni , che ho dalla nascita un prolasso mitralico con lieve rigurgito che faccio controllare con eco ogni 3 anni circa.E' da circa un mese e mezzo che ho strani sintomi, ditro nella schiena a livello della spina dorsale , piu' o meno nella posizione retrospettiva del cuore, sento come se mi pungessero , un dolore che poi a volte mi fa formicolare la mano sinistra , a volte questo dolore lo avverto piu' in alto nella colonna vertebrale non pero ' a livello del cuore.Inoltre spesso avverto come delle scariche elettriche nello stomaco, e dopo che mi compaiono questi dolori alla spina dorsale mi viene a volte una stanchezza cosi' forte da non riuscire a stare in piedi,e anche se vado a letto e mi riposo mi alzo stanchissima , quansi non sento le gambe, le sento leggere e coem se forssero atrofizzate.In piu' spesso avverto come un nodo alla gola e come se mi mettessero un peso sul petto , io respiro bene , mi rimane per un po' questo sintomo poi passa.Ho fatto un ecografia di controllo e mi han detto che il prolasso e' rimasto tal e quale a prima , non c'è nulla di che , al momento dell'ecografia avevo la tachiacrdia , pero' mi chiedo e chiedo a voi , io al momento in cui ho fatto questo esame di controllo non avevo il male alla spina dorsale e nemmeno il formicolio al braccio quindi vi chiedo , ddall'eco non si riesce a vedere se per caso mi si stringe un arteria o una vena o una valvola del cuore se in quel momento non mi capita.... quindi e' come fare l'esame per niente.......o sbaglio?ho fatto tutti gliu esami del sangue e l'unico valore sbagliato era la ferritina a 6,4 , ma son sempre stata anemica e ora son in cura con ferrograd.secondo voi i miei sintomi a cosa possono essere riferiti? al cuore? potrebbe essere una valvola mal funzionante o una vena che si restringe a provocarmi questi sintomi?e che dall'ecografia non si è vista?grazie e datemi se possibile un consiglio su quali altri esami eventualmente fare ...... la mia dottoressa da' la colpa alla cervicale , ma non credo che la cervicale possa fare cio'
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’esame ecocardiografico che esegue periodicamente , non ha rilevato significativo peggioramento del rigurgito. I disturbi da lei riferiti non sono specifici di patologia cardiaca valvolare o coronarica. E’ bene che ne parli al suo medico curante che, ove necessario , le indicherà ulteriori indagini da eseguire.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare