Riporto di seguito tutti i dati del mio ultimo ecocardiogramma. ESAME M-MODE Vdx DTd: 22mm, SIVd: 9mm, Vsn DTd: 62mm, Vsn DTs: 40mm, PPd: 9mm, AORTA (radice): 39mm, Ascendente: 32mm, Atrio SX: 35mm, FS: 35%, Spessore/Raggio: 0.29 CINETICA SEGMENTARIA Tutto nella norma ESAME 2D EF: 60%, VSn Massa: 211, VSn Massa i: 115, VSn Massa h: 118.6, VSn Massa... Leggi di più ^ 2.7: 0.18 ESAME DOPPLER Aorta (velocità max cm/s): 120 Aorta (gradiete max mmHg): 6 Aorta (rigurgito valvolare): 4/4 Mitrale (rigurgito valvolare): 1/4 Tricuspide (rigurgito valvolare): 1/4 CONCLUSIONI Ventricolo sx lievemente dilatato, con normali spessori parietali; normale cinesi globale e segmentaria. Atrio sx e sezioni dx nei limiti. Lieve ectasia della radice aortica; normale calibro del tratto ascendente e dell'arco. Valvola aortica bicuspide, con insufficienza di gradi medio-severo. Trascurabili ricurgiti mitralico e tricuspidale. Pericardio indenne ----------------------------- Detto questo la mia cardiologa ha detto che per ora siamo lontanissimi dall'intervento chirurgico per la sostizione della valvola ed ha consultato anche un cardiochirurgo (premetto che sono stato sempre asintomatico. Giusto ora ogni tanto accuso qualche segno minimo di affaticamento, ma credo sia dovuto dall'effetto del triatec che mi abbassa la pressione 110/65, quando io l'ho sempre avita 115/75 o 120/80). La cardiologa dell'holter ha quasi categoricamente (previa mia consultazione con un cardiochirurgo) ipotezzato un intervento. Ora secondo voi quanto potrebbe essere imminente l'intervento? Potrebbe invece anche non essere necessario (cosa che credo abbastanza improbabile)? Grazie mille per la risposta