29-03-2018

Rischi radiografie

Gentile Dottore,

da più di venti anni faccio annualmente la mammografia; inoltre, ho eseguito vari altri esami radiografici. Recentemente ho fatto in una sola volta, in duplice proiezione, i seguenti esami: RX Colonna lombosacrale, RX Femore sn, RX femore dx, RX anca sn, RX anca dx, RX Colonna dorsale.

Ora temo che la consistente quantità di radiazioni abbia provocato danni alla mia salute. Perciò le chiedo se possa cortesemente illuminarmi circa i possibili rischi che corro; inoltre, circa l' opportunità di non eseguire MOC; ed, eventualmente, fra quanto. In attesa di una sua cortese risposta, cordialmente la ringrazio e la saluto.

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

Gentile signora, la mammografia andrebbe eseguita ogni due anni, e non annualmente, salvo casi selezionati; non so se lei rientri tra questi casi selezionati. In generale il danno da radiazione medica è statistico, cioè spalmato sulla popolazione, e quindi non è calcolabile singolarmente.

Sempre in generale, si presuppone che ogni volta che viene erogata radiazione sia preventivamente considerato il bilancio rischio beneficio, vale a dire che se la radiazione permette di fare una diagnosi corretta che altrimenti sfuggirebbe, è meglio farla.

Questo vale anche nel caso della MOC: se non facendo la MOC non ci si accorge di un'osteoporosi curabile (ben ipotizzabile in una donna di 70 anni), si rischia di non curarla e di andare incontro a conseguenze molto spiacevoli, in particolare fratture delle vertebre e dei femori. La MOC alla sua età va fatta ogni due anni.

TAG: Adulti | Anziani | Esami | Giovani | Radiodiagnostica