Salve, da quasi 4 anni soffro di edemi diffusi in quasi tutto il corpo. Tutto ebbe inizio quando in seguito a dispiaceri in famiglia, perdetti in pochi mesi circa 10 kg, che ho poi ripreso. Da lì l'assenza di cilo mestruale per un paio di mesi e nonostante i risultati delle analisi ormonali risultarono nella norma, un ginecologo mi somministrò... Leggi di più iniezioni di progesterone, senza risultati alcuni, tanto che l'amenorrea perdurò per 16 mesi. Comunque, dall'assunzione del farmaco ho iniziato ad avere tali edemi. Mi sono sottoposta a prove allergiche ( anche se vorrei fare quelle al lattosio e al lattice), tra cui quelli per la celiachia. Ho anche fatto una gastroscopia con biopsia, che ha dato esito negativo e gli esami per l'angioedema ereditario , anch'esso negativo. Di recente ho fatto anche un ecografia all'intestino e l'unica cosa strana è la milza più grossa di 1 cm per cui lo specialista mi ha consigliato di fare le analisi per la talassemia. Inoltre ho fatto i test per le intolleranze alimentari e sono risultata intollerante a diversi alimenti. Ho seguito per circa 8 mesi una dieta ma dopo un periodo di eliminazione di tali alimenti, alla loro reintroduzione si sono manifestati di nuovo gli edemi. Adesso ho iniziato un'altra dieta, meno restrittiva della prima, e gli alimenti che sto evitando sono : il latte ( che sto sostituendo con quello di capra o di soia), il mamzo. i crostacei, i cefalopodi, il grano ( mangio kamut, farro e riso). Spero che questa volta andrà meglio, ma secondo lei gli edemi, per lo più presenti al viso, ai glutei ( mi spunta la pelle a buccia d'arancia, con de buchi molto evidenti) alle cosce e ai fianchi, possono essere causati dalle intolleranze alimentari o può consigliarmi qualche altro tipo di analisi? La ringrazio anticipatamente per la sua collaborazione. Cordiali saluti