salve,precedentemente le ho inviato una domanda,avente il codice REXTD106,mio padre a seguito di ricovero e sottoposto a tac al fegato gli è stato riscontrato 4 noduli di medie e piccole dimensioni.Arrivati al punto in cui è il 4 aprile dovrà affrontare una Ceat,mi hanno detto che si tratta di andare a bruciare questi noduli,quindi chenioterapia e suppongo che siano tumori.Allo stadio in cui è,il medico parla ancora di vedere di farlo rientrare in lista trapianto.Mi chiedo,sono anni che bazzicoliamo da un'ospedale ad un'altro,il precedente dottore che lo aveva in cura,molto noto è di cui non ne faccio il nome,non ha mai voluto che entrasse in lista,xkè lui aveva una buona qualità di vita,secondo lui,ma non secondo alcuni suoi collaboratori,ha aspettato che arrivasse a questo punto.Da qui la scelta di ricercare nuovamente una struttura ospedaliera adatta a questo tipo di patologie.La situazione è precipitata è mi parlano ancora di valutare la sua messa in lista,con la scusante che ci vuole tempo per trovare un fegato.Volevo chiederle cosa e a chi dobbiamo rivolgersi in caso in cui non ci sia questa messa in lista?Gli stanno riducendo la speranza di vivere,inoltre mio padre ha i parametri per rientrarci tra cui quelli dell'età,xkè aspettare ancora?Quando non ci sarà più nulla di fare?Mi sa tanto che questi signori stiano aspettando che oltrepassi l'età.Tra l'altro questa lista è nazionale o su base regionale?Cordiali saluti