Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

10-10-2006

Salve, sono adriana, una signora di 42 anni. da

Salve, sono Adriana, una signora di 42 anni. Da circa sette anni soffro di extrasistolia, anche se molto sporadica e che non mi ha mai dato molto fastidio anche perchè si è sempre manifestata in concomitanza con stati emozionali particolarmente intensi. Da qualche settimana, invece, le extrasistole si sono intensificate (circa trenta, ma sempre isolate e avvertite anche a distanza di alcune ore). Ciò mi ha fatto decidere di approfondire, con un ecocardiogramma le visite cardiologiche che ho regolarmente fatto negli ultim due anni (ECG a riposo e sotto sforzo e dai quali non è mai emerso nulla). Dall'eco è risultato che ho un atteggiamento prolassante della valvola mitralica (difetto congenito) e il cardiologo mi ha prescritto l'holter oltre alla profilassi per endocardite, indicando sul referto, prima che io eseguissi l'esame strumentale, "Sindrome da prolasso valvolare mitralico".
Oggi ho ritirato l'esito dell'holter che vorrei gentilmente sottoporre alla Vostra attenzione e che ha fatto cambiare idea al cardiologo il quale si è sentito di dire che non è più il caso di parlare di sindrome da prolasso, bensì una leggera aritmia, consigliandomi una bustina di polase al giorno(visto che faccio una vita molto attiva e cammino molto).
Ecco l'esito:
-azione sinusale normocondotta spesso a valori alri della normofrequenza
-scarsa rappresentazione delle variazioni circadiana e regolare variabilità R-R
-presenza di infrequenti BESV isolati e non soggettivati
-presenza di infrequenti BEV isolati e monomorfi, regolarmente soggettivati
In tale situazione, è possibile quindi che un normale integratore di sali minerali possa riequilibrare la mia extrasistolia? E per quanto tempo posso assumerli?
Grazie per la Vostra gentile risposta.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Le extrasistoli sono frequento anche in soggetti assolutamente sani. Non esiste una terapia specifica per le extrasistoli che spesso però si giovano di terapia di supporto come un reintegro di potassio (senza eccedere ovviamente).
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!