Salve, sono un nuovo lettore. Ho una curiosità. Insieme a degli amici, ho visto un film (l'attimo fuggente, veramente interessante ed educativo), dove un gruppo di ragazzi di un college viene a contatto con un nuovo insegnante che li educa alla scoperta delle emozioni e delle proprie inclinazioni. Tra di essi, vi è uno che scopre di avere una passione per il teatro, ma il padre venutone a conoscenza, lo fa ritirare dal college, perché ha deciso che la sua strada deve essere un'altra. Il ragazzo, di fronte ad un padre autoritario, decide di suicidarsi. Dal confronto è emerso il seguente problema: il suicidio o il tentativo di suicidio è sempre ascrivibile ad una patologia, in quanto dal dsm quater viene inquadrata in una forma di depressione. Io penso che non sia sempre così. Ora al di là del caso particolare, vi sono circostanze in cui non è così? Penso, ad esempio, ai prigionieri di guerra, che al di là dei diritti, vengono sottoposti a numerosi atti di violenza anche per periodi molto lunghi.Ce ne saranno sicuramente degli altri.Grazie, e mi scusi se non è una domanda pertinente al tema del forum.