L’ESPERTO RISPONDE

Salve, sono un ragazzo di 23 anni. ho avuto 2

Salve, sono un ragazzo di 23 anni. Ho avuto 2 episodi di Fibrillazione atriale parossistica la prima nel Febbraio 2005, la seconda ad Aprile 2005, probabilmente dovute all'uso estremamente eccessivo di vasocostrittori (vicks spray) ed Antistaminici. Ad Aprile ho smesso di usare questi farmaci sono stato in terapia con almarytm (mezza compressa al... Leggi di più giorno) per circa 2 mesi. Da quel momento non ho più avuto casi di fibrillazione. Ma ora il mio problema sono le extrasistoli: mi vengono improvvisamente (cominciano come fastidiosi vuoti d'aria) poi arrivano ad una fase acuta (in cui ne arrivo ad avere anche 100 l'ora), per poi passarmi improvvisamente, il tutto dura circa un mese, poi sto tranquillo un altro mese e mezzo e poi si ricomincia da capo. Ho fatto tutti gli esami e li ho ripetuti più volte (ECG, Eco, Holter, analisi del Sangue, radiografia al torace, visita pneumologica)ma sempre tutto ok, durante gli holter venivano registrate le extrasistole, ma il medico mi ha detto che sono benigne. Come altro soffro di un allergia abbastanza forte alle graminacee e alla parietaria che curo con Aerius e Nasone (usando questi farmaci a volte mi si alleviano le extrasistoli) e in passato ho avuto un esofagite da reflusso gastrico, che comunque col tempo a detta del gastroenterologo, mi è completamente passata (sono anche dimagrito di molto dai 90 kg sono passato ai 73). Le extrasistoli mi danno parecchio fastidio soprattutto quando le sento con delle fitte in gola, di notte o quando dormo praticamente non le avverto (eccetto rarissimi casi) e non so piu che pesci prendere, malgrado le raccomandazioni del medico non riesco a stare tranquillo quando ce le ho e devo dire che non riesco più a fare sport e mi sta condizionando parecchio la vita. Cordiali saluti.

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Concordo con il suggerimento del suo medico di cercare di convivere con questo fastidio che difficilmente è pericoloso. Praticare sport può esserle di aiuto sia per mantenere il peso sia per migliorare la funzionalità cardiaca.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Infarto: come comportarsi dopo
Infarto: come comportarsi dopo
5 minuti
Escherichia coli: che cos'è e quali sono i sintomi
Escherichia coli: che cos'è e quali sono i sintomi
1 minuto
Quali sono i rapporti a rischio HIV?
Quali sono i rapporti a rischio HIV?
1 minuto
Il fenomeno delle baby gang: chi sono gli adolescenti violenti
Il fenomeno delle baby gang: chi sono gli adolescenti violenti
1 minuto
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina dello sport
Prov. di Salerno
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Ascoli Piceno
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Ancona (AN)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Radiodiagnostica
Mazara del Vallo (TP)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Cardiologia
Sanremo (IM)
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Torino (TO)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Roma (RM)