Buonasera Egregi Dottori. Mi permetto di disturbarvi per un problema che mi sta destando alcune preoccupazioni. Mia moglie, 43 anni compiuti a Marzo, mai gravida, ha eccettuato circa 15 giorni fa alcune piccole secrezioni di liquido color sangue, dal capezzolo sinistro. Il fenomeno si è manifestato solo due volte. Notiamo inoltre che il capezzolo risulta essere ingrossato rispetto allo stesso del seno destro. E presenta inoltre un piccolo fiorellino visibile. Non si registrano noduli, cambiamenti della pelle/areola o ingrossamenti. Ha eseguito l’ultima mammografia circa 6 mesi fa con esito negativo. Poiché stiamo cercando di avere un figlio, il ginecologo le ha prescritto una compressa di clomid per 5 giorni e chirofert. Abbiamo contattato ieri sera il nostro ginecologo il quale ci ha affermato che non c’è alcuna correlazione tra i disturbi e il clomid e ci ha consigliato un ciclo di Augmentin e Bentalyn Geta, nella speranza che si risolva da solo. In alternativa consiglia una mammografia. Questa mattina mia moglie si è recata dal suo medico curante (anch’ella ginecologo), il quale, dopo palpazione ha consigliato, eventualmente, una mammografia. Lei asserisce che possa trattarsi di un’eccessiva stimolazione dovuta al clomid. Al fine di rassicurare mia moglie ho effettuato alcune ricerche sul web, e ahimè ho trovato “, dalla semplice infezione/infiammazione, al tumore Paget del capezzolo, cadendo così nello sconforto. Poiché stiamo cercando di avere un figlio, siamo in attesa del ciclo al fine di poter effettuare la mammografia. È ovvio che a distanza e senza alcuna valutazione strumentale è tutto molto aleatorio, ma in base alla vostra esperienza potrebbe trattarsi anche di qualcosa di “meno grave” della famigerata bestia nera che attanaglia i nostri giorni?Vi ringrazio di cuore per il nobile lavoro che fate ogni giorno. Buona serata.