21-07-2017

Seno granuloso e teso post ciclo. Possibile gravidanza?

Gentile dottore/ dottoressa, le chiedo una consulenza su un interrogativo che mi sono posta di recente. (Sono donna, 27 anni, normopeso, cammino ogni giorno mezz'ora) Il mese scorso ho avuto due rapporti non protetti ma con coito interrotto in prossimità dell'ovulazione. Dopo qualche giorno ho avuto il ciclo, ritardato di un paio di giorni, cosa non inusuale per me. Un ciclo di quattro giorni, apparentemente normale, a tratti intenso ma (in apparenza almeno, e come sensazioni) meno forte del solito. Dal ciclo ad oggi - due settimane dopo - ho notato qualche peculiarità, che mi accingo ad elencare dopo averle fatto presente che ho iniziato due giorni prima del ciclo una dieta (molto sana, nulla di sconvolgente, 1400 calorie e ben bilanciata).

Di seguito le riporto ciò che ho notato: in primis il seno ancora gonfio dopo il ciclo, al tatto estremamente duro e "grumoso" (per quanto quest'ultima caratteristica l'abbia riscontrata solo tre giorni fa, prima era semplicemente molto gonfio). Seno poi più sensibile del solito, e i capezzoli più lunghi, larghi (non tanto le areole) e la cui parte centrale tende a rientrare leggermente. Se premo lievemente in prossimità dell'areola avverto qualche fitta di dolore - mai successo prima se non durante il ciclo di sentire "fitte". Pare la sensazione di quando il seno cresceva in età adolescenziale.
Dal ciclo (ora è passato) ho avuto la c.d. Chielite orale, una piccola piaga al lato della bocca che se non erro era dovuta alla candida. Di nuovo, anormale per me.
In queste due settimane ho avvertito un forte senso di spossatezza, momenti di pressione sanguigna bassissima e generale anemia, per quanto abbia integrato la dieta con ferro non solo dai cibi ma anche da integratori vitaminici. Ci tengo a ribadire che la dieta è molto equilibrata, nulla dovrebbe mancare.
Ho anche riscontrato una settimana fa bollicine sul petto incolori, trasparenti, che sono svanite il giorno dopo. Non penso contino le vampate di calore che ho avvertito in questi giorni, date le temperature esterne, così come il leggero aumento di cellulite sulle cosce, data magari la dieta.
Negli ultimi 5 giorni circa ho avvertito crampi simili a quelli mestruali. Non sono crampi ovulatori, che avverto in genere da un lato o dall'altro. Questi sono centralizzati, in zona uterina. La informo inoltre di un altro paio di fattori: tre settimane fa ho concluso una cura antibiotica per un'otite. Ho smesso di fumare da 9 mesi ormai. Da inizio dieta ho perso 1,5 kg esatti.
Ringrazio anticipatamente chiunque possa darmi qualche spiegazione. Cordiali saluti

Risposta di:
Dr. Maurizio Simonelli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

L'unica cosa da fare è un test di gravidanza: se quello è negativo, potrebbero essere alterazioni legate al cambio di regime alimentare con lo stress collegato!

TAG: Ginecologia e ostetricia | Gravidanza | Medicina generale | Organi Sessuali | Salute femminile | Sessualità