Buonasera, la scorsa estate iniziai ad avvertire fascicolazioni sotto lo sterno e parestesie intermittenti e spesso "random" ai piedi, alle mani e al ginocchio o, più raramente, fastidi al petto e contratture alle gambe. Andai da un neurologo che escluse cause neurologiche e mi indirizzò da uno psichiatra. Lo psichiatra mi diagnosticò una moderata ansia somatoforme (no depressione), mi prescrisse sertralina 50 mg e suggeri' di fa psicoterapia: dopo alcuni mesi gran parte delle somatizzazioni cessarono. Nell'anno seguente le somatizzazioni furono contenute. Da circa due mesi (due mesi molto stressati) ho iniziato ad avvertire: -fitte, dolore sordo e indolenzimento a scapole, sotto le ascelle, al centro della schiena e ai fianchi; -indolenzimento ad una costola dell'addome in basso a dx; -forti e visibili fascicolazioni al muscolo retto dell'addome; -sensazione di calore e fastidio in zona epigastrica; -sensazione di un nodo in zona epigastrica; -sensazione di tremore interno alla laringe e alla gola (con saltuaria tosse secca)Per tentare di capirne di più, ho fatto esami del sangue standard, esami feci per HP, visita gastroenterologica, terapia con IPP, visita medico di famiglia, ecografia addominale, rx baritata esofago-stomaco-duodeno. Tutti questi esami e visite non hanno prodotto nulla nè rilevato nulla di anomalo.Sono stato anche dal fisioterapista che mi ha trovato una contrattura muscolare fra dorso e lombi. A Settembre tornerò dallo psichiatra: devo fare altre analisi per escludere cause organiche o basta cosi?