Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Sono portatore di un apparecchio pace-maker

Sono portatore di un apparecchio pace-maker defibrillatore biventricolare e sono spesso a disagio in quanto non so se posso prendere alcuni medicinali o no con conseguente preoccupazione che ai primi sintomi di qualcosa attribuisco eventualmentre la motivazione al medicinale preso. Molti medici non sanno se il medicinale datomi sia valido per la mia malattia e il più delle volte mi rimandano alla richiesta del mio cardiologo. Come ben immaginate non è posssibile avere sempre il cardiologo a portata di mano anche se nelle molteplici volte interpellato è sempre stato molto disponibile. Diverse volte poi ci sono pareri contrari tra gli stessi professionisti. Attualmente sono impegnato nella cura di un dente da circa un mese e mezzo dove alcuni affermano che l'adrenalina per effettuare la devitalizzazione del dente non deve essere messa, altri invece affermano che in piccola parte può essere iniettata. Il mio attuale medico curante lascia a me la responsabilità se mettere l'adrenalina o no e in ogni caso egli ritiene che senza l'adrenalina la devitalizzaizone del dente non riuscirebbe a farla in quanto il mio dente risulta essere molto sensibile e il mio carattere risulta essere abbastanza apprensivo (forse per le diverse discordanze tra i professionisti). La mia domanda è: 1) per la devitalizzazione del mio dente molare (penultimo) possono usare l'adrenalina o no? In caso negativo, quali alternative ci sono affinchè il dente sia devitalizzato e io soffra il meno possibile? 2) Esiste un prontuario di facile consultazione che io possa leggere o che eventualmente possa portare con me ogni volta che si presentano i casi e far leggere eventualmente al medico o allo specialista in caso di necessità di qualsiasi natura compreso anche applicazioni di terapia fisica riabilitativa o altro? RingraziandoVi per la cortese risposta (alquantoi urgente) che avrete cura di fornire e per l'attività da Voi svolta porgo distinti saluti. Ferdinando Russo
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Il consiglio migliore che Le posso dare e’ quello di sottoporsi a interventi odontoiatrici in ambienti protetti, quali i centri odontoiatrici/odontostomatologici presenti negli Ospedali. Riguardo al quesito specifico sull’uso dell’adrenalina per la devitalizzazione di un dente e sulle eventuali alternative ritengo che il professionista piu’ competente sia proprio il Medico Dentista, anche se probabilmente la quantita’ di adrenalina utilizzata ed il suo assorbimento siano di cosi’ piccola entita’ da non avere un effetto proaritmogeno. Infine, non esiste un manuale di facile consultazione per le problematiche legate all’interazione tra farmaci o alle controindicazioni di certe specialita’ farmaceutiche nei pazienti affetti dalla sua patologia che, anche se Lei non l’ha specificato, ritengo sia una cardiomiopatia dilatativa; il suo Medico Curante, eventualmente con l’aiuto di un Cardiologo (degli Ambulatori specialistici territoriali o dell’Ospedale di competenza per quella ASL), dovrebbe essere la figura di riferimento per qualsiasi suo dubbio.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma