Gentili Dottori, Ho 47 anni e 5 anni fa ho avuto un infarto ormai recuperato. Conduco attività sportiva amatoriale 3 volte a settimana senza mai assolutamente alcun sintomo. Alcuni giorni fa ho effettuato un ecg da sforzo al Treadmil con carico massimo di 15,6 Metz ad una pendenza max del 18% con raggiungimento di 151 bpm ed una pressione arteriosa... Leggi di più massima di 160/100. La conclusone è stata una prova da sforzo dichiarata normale con tutti i parametri nella norma, assenza di aritmie e variazione della pressione normale ma con la comparsa, al massimo sforzo, di un sottoslivellamento del tratto st orizzontale di -0,17 mV con lenta regressione in fase di recupero funzionale in assenza di qualsiasi sintomo. Il test è stato definito sovrapponibile al precedente (effettuato l’anno scorso), negativo, dove però questa anomalia non risultava. Volevo sapere se l’entità del sottoslivellamento può essere effettivamente considerata rientrante nella normalità, se tali anomalie possono essere dovute ad altri fattori e se è il caso di ripetere l’esame. Grazie