Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-11-2013

Stenosi aortica associata a patologia neoplastica

Buonasera, le chiedo un parere in merito al caso di mio padre ( anni 70).A causa di una cardiopatia causata da problemi reumatici avuti da bimbo, ha dovuto sottoporsi alla sostituzione della valvola aortica nel 2008 (valvola biologica). A partire da febbraio di quest'anno ha avuto tre endocarditi batteriche, per l'ultima è appena stato ricoverato ed è in terapia. Negli accertamenti fatti ( a marzo)poi gli è stato riscontrato un HCC ( 2,5 cm ca.) che è stato bruciato con la termoablazione percutanea (metà settembre).Ora i medici dicono che sarebbe opportuna la sostituzione della valvola, ma sono preoccupati per l' hcc, hanno paura che se ci fossero ancora cellule tumorali (l'ultima tac con mezzo di contrasto è negativa) nel fegato, possano diffondersi nell'organismo a causa del circolo extracorporeo.Le chiedo quindi come, secondo lei, potremmo muoverci e se esiste una tecnica che ci farebbe evitare il circolo extracorporeo, e nel caso, quali sono i centri di eccellenza in tali metodiche; infine chiedo quale valvola sarebbe opportuno reimpiantare.La ringrazioBuona serata
Risposta

Gentile Signore, oggi è possibile inserire una protesi in posizione aortica tramite un catetere. La prima cosa da accertare è che la patologia neoplastica sia controllata. In caso di guarigione si può valutare l'opportunità di un intervento magari con tecnica mini invasiva di sostituzione valvolare. Se invece si parla di inoperabilità, si può ricorrere al posizionamento di una protesi percutanea. Ormai in tutta Italia sono presenti Centri che praticano queste tecniche. Cordiali saluti. Prof. Carlo Antona

TAG: Cardiochirurgia | Chirurgia | Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!