Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Terapia dopo angioplastica

Buongiorno, mia mamma ha subito la scorsa settimana un intervento di angioplastica con inserimento di uno stent. Fino alle dimissioni una settimana fa ha fatto terapia con acido acetilsalicilico e Clopidogrel. Da lì in poi ha proseguito solo con il primo in attesa di vedere il medico di base e avere la ricetta del secondo. Oggi ha visto il medico di base che l'ha allarmata molto per la sospensione di una settimana del clopidogrel dicendole che sta correndo un grosso rischio per la formazione di trombi e intimandole di iniziare subito la terapia cosa che ha subito fatto. Vorrei sapere quali rischi ci sono e quanto è grave questa sospensione del farmaco per una settimana, se è consigliabile qualche particolare controllo. Grazie

Risposta del medico
Specialista in Cardiologia

Buongiorno, dopo una angioplastica è FONDAMENTALE assumere acido acetilsalicilico e Clopidogrel in combinazione fra loro.
La sospensione del Clopidogrel per una settimana è stata una gravissima mancanza, dato che il medico di base doveva rendersi disponibile subito per la ricetta, non dopo 1 settimana. Ha rischiato una trombosi intra-stent per tale ritardo.
Le consiglio di eseguire un test da sforzo quanto prima.

Risposto il: 21 Agosto 2023
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali