26-02-2018

Tiroidite?

Buonasera,

sono una ragazza di 27 anni, alta 1.60 e peso 55 kg. Scrivo per una mia problematica; circa 3 mesi fa ho fatto un emocromo e anche analisi della tiroide (TSH, FT3 e FT4). Da queste analisi è risultato un TSH leggermente alto, oltre i limiti del range (i valori nella norma erano tra 0,3 e 3,6 e a me era uscito 4,10). Visitata da un’endocrinologa che al tatto diceva di sentire il collo gonfio, ho fatto su suo consiglio un ecografia alla tiroide. Il referto dice così : “Ghiandola tiroide di volume regolare. Lobi asimmetrici per prevalenza del dx. L’ecostruttura e’ finemente disomogenea come da processo flogistico cronico in atto senza patologia nodulare rilevabile con la metodica. Si evidenzia qualche lacuna colloidale diffusa bilateralmente, la maggiore delle quali misura 2 mm alla base del lobo dx. Lieve accentuazione della vascolarizzazione della trama ghiandolare.

Regioni laterocervicali: in atto non linfoadenopatie rilevabili con la metodica bilateralmente. Conclusioni diagnostiche: tiroidite”. Poi ho fatto anche il prelievo per gli anticorpi HTG, ATG e ATPO e questi sono usciti nella norma. A distanza di 3 mesi ho rifatto il prelievo per vedere il valore del TSH e questa volta è uscito nella norma. Secondo lei cosa potrebbe essere? Ho consultato un secondo endocrinologo che mi ha parlato di stress come causa di questi risultati agli esami, ma lo stress può essere causa di una tiroidite rilevata all’ecografia? Io mi sento ogni giorno debole,stanca e assonnata, mentalmente confusa, con dolori articolari e muscolari, e a volte ho anche vertigini. In questi giorni mi capita spesso di sentire le braccia e le mani deboli. Ho fatto visita neurologica, e tac e risonanza cranio entrambe negative.

Attendo risposta grazie.

Risposta di:
Dr.ssa Ilaria GiordaniDottore Premium
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Endocrinologia e malattie del metabolismo
Risposta

Potrebbe avere avuto una tiroidite con anticorpi positivi in passato.

Deve semplicemente monitorare il TSH, che di per sé, soprattutto nelle prime fasi, è oscillante.

Diverso il discorso se in cerca di gravidanza o gravidanza in atto, andrebbe monitorato con più frequenza ed eventualmente iniziata terapia. I sintomi non sono da mettere in relazione alla tiroide, se la funzione è buona.

TAG: Adulti | Ematologia | Endocrinologia e malattie del ricambio | Esami | Ghiandole e ormoni | Giovani | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!