Buongiorno, ho 40 anni, 182x77, e soffro di calcoli alla Colecisti e sindrome di Gilbert. Sono anche molto ansioso Il 22/12/2020 mi sottopongo ad esami del sangue di controllo e risulta tutto nella norma (Emocromo, Trigliceridi, Colesterolo, transaminasi, Gamma Gt, ves, Pcr). L'unico valore leggermente alto era lamilasi a 140 contro il massimo di 100, oltre la bilirubina, in particolare BILIRUBINA DIRETTA 0, 9 (MAX 0, 3) e BILIRUBINA INDIRETTA 2, 7 (MAX 1, 2) Il 28/12 faccio ecografia Addome Completo e tutto risulta nella norma tranne 2 microcisti nel lobo sinistro del fegato di cui mi hanno detto di non preoccuparmi perché sono di acqua. Avendo sporadici fastidi al fianco destro ed un po di nausea, che ho tuttora sporadicamente, vado da un gastroenterologo a cui porto tutto, il quale mi prescrive deursil 450 e mi consiglia una colangioriosnanza da fare con calma per vedere se i microcalcoli erano andati nelle vie biliari. Visto la mia ipocondria 2 settimane fa, dopo 15 giorni di terapia con deursil, ho fatto la colangioriosnanza ed è risultato tutto nella norma, non dilatazione delle vie biliari, Colecisti nella norma, Pancreas e Milza nei limiti rmn, non lesioni focali o diffuse del parenchima epatico, Reni ok, addirittura non vi erano più segni di calcoli nella cistifellea. Ieri ho fatto la visita di medicina del lavoro e gli esami del fegato sono risultati sballati, AST 44 (VALORE MAX 37), Alt 119 (max 40) e gamma Gt 93 (max80), Bilirubina indiretta 0, 98 (max0, 85), Bilirubina diretta 0, 60 (max 0, 35), emocromo nella norma, Glicemia nella norma, Urine complete nella norma. Come è possibile questo improvviso innalzamento dei valori di transaminasi e calo della bilirubina? È una cosa preoccupante? Devo rifare ulteriori accertamenti?