Ho 63 anni, sono malato di gotta ed ho un rene soltanto (in seguito a nefrectomia nell'anno 1990).Prima di iniziare a prendere Allopurinolo, negli anni compresi fra 1987 e 2004 (durante i quali non avevo avvertito alcun attacco di gotta), il valore di uricemia oscillava fra 5,8 e 9,3; l'azotemia si manteva sempre sotto i limiti, precisamente su un livello medio di 44; mentre la creatinina, fra 1,3 e 1,9.Ho iniziato a prendere Allopurinolo da giugno 1994 (da quando ho avuto il primo attacco acuto di gotta con dolore fortissimo insopportabile all'alluce del piede sn, terminato del tutto dopo ben 4-5 mesi) nella seguente dose:1 sola compressa Allopurinolo da 100 mg/giorno, ma soltanto nei primi 10 gg. di ogni mese.Sto prendendo la dose così ridotta e ad intervalli, per paura di sovraccaricare di lavoro il rene.Da quando ho iniziato questa cura (oltre a bere 1,5/2 litri di acqua al giorno), il valore di uricemia si è abbassato, oscillando fra 3,6 e 7,20; l'azotemia scendeva ancora, oscillando fra 26 e 45; anche la creatininemia è scesa, oscillando fra 1,1 e 1,4 (valore max).Sono ora preoccupato perchè, dopo una caduta (per essere inciampato su un marciapiede), ho avuto un secondo attacco di gotta, questa volta al polso ed all'alluce della mano sinistra: non ho voluto prendere FANS o pomate perchè, a parte il calore il rossore e il gonfiore, il dolore era soltanto un grossissimo fastidio ma tollerabile; dopo circa 5 mesi è ora passato.Durante e dopo questo secondo attacco, ho continuato regolarmente a prendere Allopurinolo nella dose solita:1 sola compressa da 100 mg/giorno, ma soltanto nei primi 10 gg. di ogni mese.In più, sto bevendo più acqua oligominerale alcalina: 2 o più litri/giorno, di cui circa tre bicchieri la mattina appena sveglio, una spremuta di limone diluita in acqua a giorni alterni, 3 bicchieri di Idrolitina a giorni alterni. Inoltre, ho eliminato quasi del tutto carni di qualunque tipo, salumi, asparagi, piselli e funghi freschi (di cui ero ghiotto), formaggi grassi.Risultati dell'ultima analisi fatta il 3 marzo: uricemia 5,89, creatinina1,09, azotemia 26.Vi chiedo se ha senso proseguire con la somministrazione intermittente dell'Allopurinolo + una dieta così rigida, oppure se è opportuno seguire uno schema diverso ,esempio 50 mg al giorno, sempre, tutti i giorni. Oppure, vi sono pericoli di affaticamente del rene con una somministrazione continuativa dell'Allopurinolo?La ringrazio vivamente se mi vorrà rispondere.Indirizzo email: lucio.pisano2@tele2.it