07-11-2012

Trattamento per il CMV

Ho subito un trapianto renale in agosto 2012.In ottobre 2012 mi è stato riscontrato positività al citomegalovirus attraverso esame ematico con corteggio di oltre 300 cellule nonostante avessi cominciato subito dopo il trapianto la profilassi con valcyte da 450 mg. a giorni alterni in quanto sussisteva un mismach tra donatore e ricevente rispetto a igg da CMV (positivo nel donatore e negativo nel ricevente).Ora sono ricoverato da tre settimane senza che siano riusciti a debellare il virus nonostante mi abbiano somministrato per 1 settimana cymevene in dose da 2 x 100 mg. Giorno. Poi per 10 giorni cymevene in dose da 2 x 200 mg. Giorno E in abbinamento gli ultimi 4 giorni 90 ml. Di cytotect 2 volte al dì.I valori del virus sono rimasti immutati a oltre 300 cellule.Adesso sono passati a cymevene 2 x 250 mg. Giorno. Aggiungo il fatto che questa infezione è del tutto asintomatica.Io ho l'impressione che non sappiano come combattere questa infezione.Alla luce dei fatti chiedo cosa si dovrebbe fare oltre quello che è stato già fatto?
Risposta di:
Prof. Claudio Di VeroliDottore Premium
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Malattie del fegato e del ricambio
Risposta

Credo di averle già risposto qualche tempo fa. Comunque la terapia che effettua è congrua e giusta per la patologia che ha, tenendo anche presente che le terapie che attua per il trapianto riducono la potenzialità del suo sistema immunitario.

Un saluto

prof. Di Veroli

TAG: Nefrologia | Reni e vie urinarie