10-10-2007

uveiti e adronat

Mia madre di 70 anni ha iniaizato a manifestare circa un mese fa un arosamento dell'occhio dx. accompagnato da tumefazione palpebrale, lacrimazione, dolenzia in sede orbitaria e sul lato dx. del volto compresa la metà dx. del faringe. Al pronto soccorso le hanno diagnosticato una congiunitivte acuta su verosimile base virale, la Pressione Oculare di 18. 2 giorni prima aveva assunto per la prima volta una compressa di ADRONAT (bifosfonato) per l'osteoporosi. Dopo un leggero miglioramento con ptosi palpebrale, mia madre accusa sempre il giorno dopo l'assunzione della compressa di ADRONAT su base settimanale un peggioramento con gli stessi sintomi. Ad un recente controllo oculistico è stata diagnosticata una cheratocongiuntivite erpetica a dx. per cui ha assunto Zovirax come pomata oftalmica e come compresse. Tuttavia, i sintomi si sono ripresentati il martedì, il giorno dopo l'assunzione di ADRONAT, e tendono a regredire nel fine settimana. Che cosa si può fare? Immagino sospendere l'ADRONAT da subito.
GUIDO GIRAUDO
Risposta di:
GUIDO GIRAUDO
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta
L’Adronat è un bifosfonato che viene largamente impiegato nella prevenzione e nel trattamento dell’osteoporosi post-menopausa. E’ generalmente efficace e ben tollerato e gli effetti indesiderati principali sono a carico dell’apparato gastro -intestinale. Tuttavia, sono state riportate anche rare manifestazioni di tipo infiammatorio a carico dell’occhio con secchezza , congiuntivite, uveite e sclerite.Pertanto, data la storia della paziente, va presa in considerazione una possibile correlazione tra l’assunzione dell’ Adronat e la manifestazioni oculari anche se è indispensabile escludere altre possibili cause dell’infiammazione stessa con una visita specialistica.
TAG: Occhi | Oftalmologia | Vista
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!