20-07-2018

Vaccino contro puntere di vespe

Buongiorno. Mio padre ,60 anni , dopo una puntura di un calabrone (vespa giallo/nera) è andato in shock anafilattico. Il veleno ha fatto effetto dopo pochi minuti ma fortunatamente i soccorsi sono stati tempestivi. Adesso il medico gli ha consigliato di portare sempre con se le classiche siringhe di adrenalina. Vorrei sapere se esiste un vaccino per renderlo immune da eventuali punture, dato che gli è stato detto che la prossima volta il tempo di reazione al veleno sarà più rapido. È stato punto da altri tipi di vespe ma al di fuori di gonfiore o infiammazione non è mai successo niente di così grave. Grazie in anticipo. Mary

Risposta di:
Dr. Pietro Marsico
Specialista in Allergologia e immunologia clinica
Risposta

Buonasera. L’allergia verso la puntura di insetti imenotteri (api e vespe) è una cosa molto seria e a rischio di vita. L’utilizzo dell’adrenalina è l’ultima ratio in caso di anafilassi (e in ogni caso dovrebbe trattarsi di adrenalina autoiniettante e non delle fiale che abbiamo nei nostri studi). Però la vaccinazione riduce il rischio di avere una reazione anafilattica del 92% e quindi è la cosa migliore da farsi. Invito suo padre a consultare un Allergologo, ad eseguire la corretta diagnostica e quindi ad eseguire l’immunoterapia desensibilizzante se il collega lo riterrà necessario.

TAG: Allergie | Allergologia e immunologia clinica | Animali | Anziani | Farmacologia | Terapie | Vaccinazioni