Egr. Dott. di paginemediche, sono Giuseppe di anni 58, che per problemi urologici di ndd (pollachiuria, poliuria e in maniera alterna disuria ma solo verso la fine della minzione, sin dall'età di 17 anni) ho sempre eseguito sin dall'età di 45 anni il psa Per un lieve incremento del PSA in due anni ( da 1,55, 1.70, 2.48 nonostante la cura antibiotica e infiammatoria è arrivato a 3.08 a maggio 2009 ); è sceso in seguito senza cura a 2.34 a settembre 2009. Rifatto a gennaio 2010 si è mantenuto costante a 2.34.. (ho eseguito a settembre 2009 biopsia prostatica con 14 prelievi, almemo credo, con esito: frustoli esenti per neoplasia. Gentilmente vorrei sapere:- come mai la risposta della mia biopsia, fatta a San Giovanni Rotondo è così striminzita, mentre leggendo sul sito tutte le refertazioni di biopsie di altri utenti c'è un trattato da leggere? Non è che sono stati un po’ superficiali? - visto che voi urologi consigliate di eseguire annualmente il psa,e visita urologica, se per altri motivi viene eseguito, per esempio, dopo 1 anno e tre mesi , cambia molto come prevenzione?Cordiali saluti e grazie del servizio che ci offrite