Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Allattamento al seno

La parte esterna del seno è formata dal capezzolo e dall'areola. La punta del capezzolo contiene numerosi forellini che permettono al latte di fuoriuscire durante l'allattamento. L'areola è una zona di pelle più scura che circonda il capezzolo, ed è ricoperta dalle ghiandole di Montgomery che secernono un liquido utile per lubrificare il capezzolo e l'areola.Il compito più importante del seno è produrre latte per l'allattamento. Il seno, formato principalmente da tessuto grasso, contiene anche delle ghiandole chiamate lobuli, responsabili della produzione del latte. I lobuli sono collegati al capezzolo da una rete di tubuli chiamati dotti lattiferi. Il seno produce latte partendo da acqua e nutrienti provenienti dal sangue circolante, e poi lo immagazzina nei lobuli fino a quando un ormone, l'ossitocina, non stimola i piccoli muscoli presenti nei lobuli a contrarsi, facendo fuoriuscire il latte attraverso i dotti. Questo processo è chiamato riflesso di fuoriuscita del latte dagli alveoli mammari ai dotti.Nonostante i bambini nascano con un naturale istinto a succhiare, devono tuttavia imparare a succhiare il seno. Durante l'allattamento, è importante che il neonato mantenga una corretta posizione della bocca sul capezzolo, in modo che il piccolo riceva la giusta quantità di latte. La posizione migliore è quella in cui il capezzolo è inserito bene all'interno della bocca del neonato, quasi dove il palato duro incontra il palato molle. Infatti, se il bambino succhia solo dalla punta del capezzolo o se la sua bocca non è ben riempita dal seno, può far male alla madre oppure causare abrasioni al capezzolo.