Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Ernia iatale

È un’ernia che si forma tra lo stomaco e l’esofago inferiore. L’ernia iatale più comune è quella “da scivolamento” in cui si osserva la risalita di una parte di stomaco nel torace con conseguente perdita di funzione dello sfintere gastro-esofageo e reflusso di acido gastrico e cibo nell'esofago. Il reflusso gastro-esofageo provoca una condizione di irritazione della mucosa esofagea (esofagite) ma anche sintomi irritativi a livello delle corde vocali, tosse e apnee notturne.
 

Ernia iatale: eziopatogenesi

L'ernia iatale è una condizione comune che si verifica più frequentemente nelle persone di oltre 50 anni di età. Anche se le sue cause non sono note, l'ernia iatale può essere il risultato di un indebolimento del tessuto di sostegno del tratto digestivo. I cibi, dopo essere stati introdotti nel corpo attraverso la bocca, arrivano nell'esofago. L'esofago attraversa il diaframma e giunge nella cavità addominale tramite un'apertura del diaframma, chiamata iato esofageo. Infine, l'esofago è collegato con lo stomaco subito sotto il diaframma. L'ernia iatale compare quando una parte dello stomaco superiore scivola verso l'alto, attraverso lo iato esofageo, e finisce nel torace. I sintomi possono variare in base alla posizione e alle dimensioni dell'ernia, ma riguardano bruciore di stomaco, dolore al torace, eruttazione e difficoltà nella deglutizione.I sintomi dell'ernia iatale possono essere ridotti diminuendo il peso corporeo e abolendo il fumo. Inoltre, è importante non fare pasti troppo abbondanti ed evitare di sdraiarsi subito dopo aver mangiato. Questa condizione può essere trattata con farmaci, ma, in alcuni casi, è necessario intervenire chirurgicamente. Altri fattori di rischio per l'ernia iatale sono rappresentati dall'età avanzata, dall'obesità e dal fumo di sigaretta.