Iperlipidemia

Il colesterolo è una sostanza lipidica che rappresenta un elemento essenziale presente in tutte le cellule dell'organismo. Tuttavia, un eccesso di lipidi e di altre sostanze grasse nel sangue può causare un'iperlipidemia o altre disfunzioni da eccesso di lipidi. L'iperlipidemia è un importante fattore di rischio che favorisce l'aterosclerosi e altre malattie del cuore. L'apparato cardiovascolare è formato dal cuore, dai vasi sanguigni e dal sangue. Il sangue svolge numerose funzioni, come trasportare in tutto il corpo l'ossigeno, l'anidride carbonica, i nutrienti e gli ormoni. Inoltre, il sangue contiene i globuli rossi, i globuli bianchi, le piastrine e il colesterolo. Vi sono due tipi di colesterolo: l'LDL, noto come colesterolo cattivo, e il colesterolo HDL, noto come colesterolo buono. Iperlipidemia è il termine usato per indicare un livello troppo elevato di colesterolo LDL nel sangue. Il colesterolo e altre sostanze lipidiche si combinano nel sangue e si depositano sulle pareti dei vasi. Un eccesso di lipidi, col tempo, fa aumentare la placca, determinando un'ostruzione che ostacola il flusso del sangue. Se l'ostruzione si verifica nelle arterie coronarie, può causare un attacco di cuore, mentre se l'ostruzione avviene nelle arterie del cervello, può causare un ictus. Le cause dell'iperlipidemia possono essere ereditarie e favorite da alcuni farmaci. Tuttavia, il fattore di rischio più importante su cui si può intervenire, riguarda l'alimentazione; una dieta scorretta è quella in cui i grassi superano il 40 per cento delle calorie totali; i grassi saturi sono maggiori del 10 per cento delle calorie totali, mentre l'assunzione di colesterolo è superiore a 300 milligrammi al giorno. L'iperlipidemia non presenta sintomi evidenti, e l'unico mezzo per conoscere i propri livelli di colesterolo è sottoporsi a periodici esami del sangue. Il medico è in grado di consigliare il giusto stile di vita per prevenire l'iperlipidemia.