Scoliosi

La colonna vertebrale è una delle più importanti parti del corpo. Essa non serve soltanto a proteggere il midollo spinale, ma rappresenta l'infrastruttura portante del corpo, che gli permette di stare in piedi e di piegarsi. Osservando un corpo di profilo, la colonna vertebrale presenta una naturale curvatura a 'S'. Osservando un corpo frontalmente o posteriormente, la colonna vertebrale normale appare diritta: se invece da questa prospettiva si nota una curvatura ad 'S' da un lato all'altro del corpo, questo potrebbe essere un sintomo di scoliosi.La scoliosi può avere diverse cause. Può essere dovuta a una crescita troppo rapida, durante la pubertà; mentre negli adulti può essere dovuta a malformazioni genetiche, a malattie o paralisi dei muscoli, oppure a degenerazioni ossee.I sintomi della scoliosi dipendono dalla gravità della malattia, che può essere valutata misurando l'angolo di deviazione dalla normale curvatura. Nei casi lievi, con curvatura fino a 40 gradi, i sintomi possono riguardare solo anomalie di tipo fisico, come una spalla o un'anca più alta dell'altra. Nei casi più seri, con curvature superiori a 40 gradi, i sintomi possono comprendere dolore, debolezza, intorpidimento, difficoltà a camminare e problemi digestivi. Nei casi particolarmente gravi, con curvatura superiore a 60 gradi, la deformità della colonna può interessare la zona del torace, causando problemi al cuore e alla respirazione.Vi sono diverse modalità di intervento, in base alla gravità della scoliosi. Nei casi più lievi, possono essere utili i busti ortopedici, speciali calzature o plantari, oppure la fisioterapia. Possono dare benefici anche il nuoto, gli esercizi di stretching e di respirazione.Invece, l'intervento chirurgico è consigliato nei casi più gravi, in cui sono presenti dolore intrattabile o deformità fisiche, oppure quando è compromessa la salute del cuore o dei polmoni. La chirurgia consiste in genere nell'inserimento di viti di metallo, placche o barre per raddrizzare la colonna vertebrale. Questo procedimento può presentare diverse possibili complicanze che andrebbero sempre discusse con il medico prima di questo intervento.