Stair climbing: quando lo sport si può fare ovunque

stair climbing quando lo sport si puo fare ovunque

La sedentarietà rappresenta una delle caratteristiche più comuni nello stile di vita odierno. Trovare il tempo per dedicarsi all'attività fisica nel vorticoso susseguirsi di attività lavorative e familiari è impresa difficile e molti rinunciano. Eppure mantenersi attivi e in buona forma fisica è una delle raccomandazioni più frequenti indicate da medici e specialisti per prevenire un ampio ventaglio di malattie, comprese quelle correlate al sovrappeso e all'obesità.

Leggi anche:
Il kettlebell aiuta a rafforzare i muscoli e la resistenza cardiovascolare. Il consiglio, però, è di affidarsi a un esperto prima di utilizzarlo.


Ma come fare se non si riesce a trovare tempo ed energia per fare un po’ di sport in modo regolare? Il Ministero della Salute ha diffuso un vademecum nel quale viene rivalutata una semplice azione che è possibile fare ogni giorno, più volte al giorno, e che potrebbe contribuire a combattere pigrizia e sedentarietà.

Salire le scale invece di prendere l’ascensore è una pratica assurta ormai a rango di vera e propria attività fisica e il progetto del Ministero “guadagnare salute” è incentrato tutto sull'abitudine di salire le scale, a partire dal luogo di lavoro. Non usare l'ascensore offrirebbe tantissimi benefici sull'elasticità dei vasi sanguigni, sul funzionamento dell'intestino, l'equilibrio, la coordinazione e la massa ossea.

Nell'opuscolo si legge che salire e scendere le scale più volte al giorno aiuta a raggiungere l’obiettivo dei 30 minuti di attività fisica raccomandati ogni giorno e di ottenere benefici interessanti per la salute.

E come una vera e propria attività fisica è importante andare per gradi e allenarsi nel modo migliore. Ecco come intraprendere lo stair climbing, una pratica sportiva che negli Stati Uniti vede impegnati gli atleti in gare e tornei che si svolgono nei più famosi grattacieli statunitensi.

 

  • iniziare con cautela e aumentare gradualmente;
  • seguire i ritmi del proprio passo;
  • respirare correttamente;
  • prestare attenzione ai gradini;
  • appoggiarsi con l'intera superficie del piede e non solo con la punta agli scalini;
  • assumere una postura corretta della schiena;
  • accompagnare il movimento delle gambe con quello alternato delle braccia;
  • indossare calzature idonee.
Il punto di vista
Medicina dello sport

Che muoversi faccia bene alla salute, migliorando l’efficienza cardiocircolatoria e respiratoria e aiutando a mantenere un corretto peso corporeo, è noto da tempo. Certo che far diventare uno sport anche “salire le scale” è una cosa tipicamente “americana”… 

In ogni caso l’abitudine di non usare l’ascensore, ma anche di lasciare l’auto distante dal posto di lavoro e percorrere l’ultimo tratto di strada a piedi, è sicuramente benefica per il nostro organismo. 

Ricordiamo però che salire e scendere le scale, specie se velocemente, può creare sovraccarichi sulla colonna vertebrale e sulle articolazioni dell’anca e del ginocchio: prestiamo quindi molta attenzione all’intensità di questo movimento, che deve essere moderata e con incrementi graduali. 

Non dimentichiamo poi l’importanza di una corretta alimentazione, utile a controllare il proprio peso corporeo e a fornire tutti i nutrienti necessari ad un ottimale stato di salute e benessere.

03/04/2018
28/04/2015
TAG: Benessere psicofisico | Medicina dello sport | Sport e Fitness | BMI - Sovrappeso | STEP - Sedentario | Adulti