Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Stair climbing: un'alternativa salutare alla palestra o alla piscina

stair climbing un alternativa salutare alla palestra o alla piscina

Migliorare le funzioni cardiovascolarie il colesterolo, prevenire il sovrappeso, tonificare muscoli e rafforzare le ossa. Sono solo alcuni dei benefici dell’attività fisica e per assicurare al proprio Organismo tenuta muscolare e benessere non è necessario andare in palestra o in piscina. Basta salire le scale del proprio condominio.

È lo stair climbing (salire le scale), meglio noto come vertical limit, una nuova tendenza del fitness che sta prendendo sempre più piede negli Stati Uniti.

Salire le scale per un’oretta permette di bruciare tra le 500 e le 1000 calorie, ma anche di tonificare i muscoli delle cosce e dei glutei, migliorare la funzionalità cardiovascolare, ridurre i livelli di Colesterolo cattivo e aumentare quelli di colesterolo buono e soprattutto prevenire l’osteoporosi.

Come spiega Frank Eves, dell'Università di Birmingham che sullo stair climbing ha condotto recentemente uno studio, fare questo tipo di allenamento richiede un’energia del tutto simile alla corsa e stimola la produzione di collagene osseo.

E se in Italia lo stair climbing sta lentamente trovando un numero sempre maggiore di fans, negli Stati Uniti è una vera e propria moda del fitness. Basti pensare che ogni anno si tiene una competizione chiamata vertical marathon, alla quale prendono parte atleti provenienti da tutto il mondo, che si sfidano nella folle salita dei 1576 scalini che portano in cima all’Empire State Building.

Quest’anno il vincitore, di nazionalità australiana, ha impiegato il tempo record di 10 minuti e 12 secondi. Ma senza dover trasformare lo stair climbing in una corsa, varrebbe la pena di smettere di usare l’ascensore e salire a piedi sempre: tanto basta, spiegano gli esperti, per dimagrire un paio di chili l’anno e per combattere gli effetti negativi di una vita sedentaria e di una scorretta Alimentazione.

Il punto di vista
Medicina dello sport

Muoversi fa sicuramente bene alla salute… che sia poi su un prato, in strada o per le scale poco importa. Ovviamente ognuno dovrà dosare l’intensità dell’impegno sulle sue caratteristiche di efficienza fisica e prestare attenzione ad eventuali problemi osteoarticolari presenti: fenomeni artrosici, infiammazioni dei tendini rotuleo e achilleo ecc. possono controindicare attività come la corsa o lo stair climbing, facendo preferire il nuoto.

In assenza di controindicazioni (è sempre consigliabile effettuare una visita con lo specialista in Medicina dello Sport prima di intraprendere una attività fisica) ogni attività ad intensità sottomassimale e durata prolungata può solo far bene.

22/09/2015
07/10/2013
TAG: Medicina dello sport | Sport e Fitness | Benessere psicofisico