Roma, 26 feb. (AdnKronos Salute) - "In queste giornate di rigido inverno e basse temperature non dimentichiamoci della salute dei nostri amici a quattro zampe". A ribadirlo è la Lega nazionale per la difesa del cane, che ha stilato dieci semplici accorgimenti da seguire. "Un'alimentazione adeguata può fare la differenza, perché con l'abbassarsi delle temperature anche gli animali bruciano più calorie", ricordano gli esperti dell'associazione, che suggeriscono anche di fare attenzione "ai cani o gatti che vivono all'aperto, che devono avere un luogo asciutto e senza correnti per dormire e rifugiarsi", e una cuccia "possibilmente collocata a qualche centimetro da terra".
"Spazzolare con regolarità l'animale - spiegano - stimola la circolazione sanguigna e un adeguato rinnovo del sottopelo che gli consentirà maggiore protezione anche nei mesi invernali. Se si sono bagnati a causa della pioggia o della neve è importante asciugarli bene, soprattutto le zampe e tra le dita, dove possono rimanere i cristalli di ghiaccio che potrebbero contenere sostanze tossiche".
"I cani anziani e/o malati e di taglia piccola, specie se a pelo raso - aggiungono - vanno maggiormente protetti dalle intemperie e non dovrebbero essere lasciati all'aperto, soprattutto di notte. La ciotola dell'acqua, poi, dovrebbe essere in plastica e cambiata spesso". E ancora: mai lasciare un cane incustodito in auto, avvisano gli esperti, poiché il veicolo potrebbe diventare una sorta di frigorifero, soprattutto durante le ore serali, causando l'ipotermia o il congelamento dell'animale. Stesso discorso vale per il garage, dove il cane o il gatto potrebbero venire a contatto con sostanze chimiche come l'antigelo per la macchina o il liquido del radiatore.
"Mai lasciare incustoditi apparecchi elettrici, come stufette portatili o cuscinetti termici - raccomandano gli esperti - perché nel caso in cui cani e gatti masticassero i cavi, potrebbero essere fulminati". Cautela anche nel lasciarli troppo liberi: "Quasi tutti cani amano giocare e rotolarsi in mezzo alla neve, ma - avvertono - bisogna prestare attenzione perché potrebbero perdere le tracce di odore e smarrirsi facilmente".
Con le basse temperature i gatti liberi o altri animali che vivono all'aperto potrebbero andare a rifugiarsi sotto le automobili, per riscaldarsi con il caldo del motore: "Prendiamo la buona abitudine di controllare sotto l'automobile, all'interno del passaruota, o per sicurezza dare dei leggeri colpi sul cofano della macchina prima di partire, in modo da permettere a eventuali ospiti di fuggire", conclude la Lega nazionale per la difesa del cane.