Bruxelles, 30 lug. (AdnKronos Salute) - Via libera dell'Agenzia europea del farmaco Ema all'aumento di produzione della sostanza attiva del vaccino anti-Covid negli stabilimenti di Moderna negli Usa. Il comitato per i farmaci per uso umano (Chmp) dell'Ema ha approvato le modifiche, che si prevede avranno un impatto "significativo" sulle forniture di Spikevax*, il vaccino di Moderna, nell'Ue. L'Ema stima che nel terzo trimestre del 2021 la filiera produttiva Usa della casa farmaceutica fornirà 40 milioni di dosi per il mercato europeo.
La decisione dell'Ema conferma che i due stabilimenti Usa approvati di recente (Moderna Tx a Norwood, Massachusetts, e Lonza Biologics a Portsmouth, New Hampshire) sono in grado di produrre sostanza attiva di elevata qualità e permetteranno a Moderna di aumentare la capacità produttiva.
Da quando è stato autorizzato il vaccino Moderna, il Chmp ha approvato quattro siti per la produzione della sostanza attiva di Spikevax: oltre ai due negli Usa, ce ne sono altri due a Visp, in Svizzera.