Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

03/03/2015

Donare gli organi: i cittadini romani potranno esprimere la loro volontà sulla carta di identità

Da qualche giorno i cittadini romani possono esprimere la loro volontà a donare gli organi facendolo scrivere chiaramente sulla carta di identità. In tutti i municipi cittadini, infatti, è stato attivato il servizio di registrazione della volontà di donazione: tutti i cittadini maggiorenni residenti nella Capitale potranno esprimere la loro volontà di donare organi e tessuti nel momento in cui faranno richiesta di rinnovo o di rilascio della carta di identità.

A presentare il progetto nei giorni scorsi è stato il sindaco di Roma Ignazio Marino: "Roma è la prima città metropolitana che finalmente rende possibile questo servizio per favorire un gesto che non costa nulla e che può cambiare la vita a un numero molto ampio di persone", ha dichiarato il sindaco.

Il progetto “Una scelta in Comune” era partito nel giugno scorso nel solo Municipio I in via sperimentale ed è stato esteso oggi a tutti e 15 i Municipi grazie anche ai numeri incoraggianti emersi dalla fase sperimentale: secondo i dati del Centro Nazionale Trapianti in 15 anni 2254 cittadini romani hanno espresso il loro consenso a donare presso le Asl, mentre in soli sette mesi di sperimentazione presso il Municipio I sono state registrate 2737 dichiarazioni.

Ma vediamo come funziona questa nuova procedura. Nel momento in cui il cittadino si rivolge al Municipio per rinnovare la carta di identità o chiederne il rilascio gli verrà chiesto se desidera dichiarare la propria volontà a donare gli organi. La volontà del cittadino verrà indicata su un modulo e sulla stessa carta di identità potrà essere apposta un’etichetta con la dicitura "donatore organi e tessuti" o "non donatore di organi e tessuti". Sarà anche possibile astenersi dall’esprimersi in tal senso.

TAG: Chirurgia generale | Trapianti | Chirurgia